Archivi tag: allenamento

Corri Forrest, corri !!!

Ho sempre pensato che nella vita fosse importante porsi degli obiettivi, e lavorare per raggiungerli. Non necessariamente devono essere eclatanti: indipendentemente dal loro valore intrinseco, sono utili per rafforzare la propria autostima (quando riuscite a raggiungerli, beninteso 🙂 ).

Questo è proprio uno di questi casi. Chi segue il mio blog, ed in particolare i miei famigerati “10 consigli per dimagrire” ricorderà (forse) il consiglio n. 3, che recitava: “Fate movimento !”. Verso la fine dell’articolo aggiungevo una ulteriore indicazione: “Mettetevi davanti un traguardo da raggiungere e non mollate fino a quando lo avrete raggiunto”.

Il mio obiettivo era semplice (anche perchè adoro i numeri tondi): percorrere 1.000 km a piedi sul mio ormai fidato tapis roulant. Perchè proprio 1.000 ? Avevo 3 ragioni:

1) Per ammortizzare la spesa del tappeto, il quale è costicchiato qualcosina 🙂

2) Per dimostrare a mia moglie (la quale, giustamente direi, ha mostrato alcune lievissime perplessità sull’acquisto del tappeto) che non avevo buttato i soldi al vento

3) Per poter dire ai miei nipoti che “una volta il nonno ha camminato per 1.000 km”, frase dopo la quale sarò puntualmente deriso dai suddetti nipoti che, non avendo smesso neanche per un secondo di gingillarsi con le diavolerie tecnologiche del 2053, mi daranno puntualmente del vecchio rimbambito, e perlopiù mitomane

Venendo a noi, scopo del presente articolo è comunicare ai posteri che ho raggiunto il mio obiettivo ed ho percorso (ad oggi) i 1.037 kilometri che separano Erba (prov. di Como, dove vivo) a Brindisi, in Puglia. Guardarlo con gli occhi di Google Maps fa una certa impressione, effettivamente !

Per chi volesse porsi lo stesso obiettivo, eccovi i dettagli (le medie considerano anche i giorni in cui ho saltato l’allenamento):

E per finire, visto che al raggiungimento del fatidico obiettivo dei 1.000 kilometri un collega e amico ha esultato scrivendo “Corri Forrest, corri !!” sulla mia bacheca di Facebook, non posso esimermi dal pubblicare questo spezzone dal film-capolavoro del 1994 diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Tom Hanks.

Buona corsa a tutti !


La tecnologia al servizio dell’uomo !

Amo la tecnologia. Soprattutto quando è utile nella vita di tutti i giorni. Non mi interessano le cose super-sofisticate, che servono solo a fare bella figura con gli amici; mi interessano molto di più le cose semplici, ma che funzionano bene e sono comode da usare.

Vi faccio un esempio concreto, basato su quello che mi è successo proprio oggi. Mi faccio accompagnare dal meccanico per ritirare la moto, che aveva un guasto, quindi me ne sarei tornato a casa in sella al “bolide”. Peccato che, dopo 1 km, la moto si ferma e non ne vuole sapere di ripartire. Allora la spingo di nuovo dal meccanico e mi preparo a tornare a casa a piedi.

E qui mi viene l’idea: siccome da un paio di mesi mi alleno giornalmente con il tapis roulant, e tengo traccia degli allenamenti (distanza, calorie, velocità, tempo), potrei considerare la camminata per tornare a casa come se fosse il mio allenamento di oggi. Come faccio però a tracciare la distanza, il tempo, la velocità ecc. ?

Ecco la soluzione che ho trovato: il mio mitico cellulare Android, abbinato a questa fantastica applicazione…

L’applicazione è, innanzitutto, gratuita (che non guasta mai), e sfrutta il GPS del cellulare per tracciare il percorso della camminata (o della corsa, per quelli più sportivi ed allenati di me).

 

Mentre mi trovo ancora in centro ad Erba, scarico l’applicazione dal Market, la installo, la attivo, e dopo meno di 1 minuto mi metto a camminare di buona lena, con tanto di casco al braccio e zainetto sulle spalle (tanto per aggiungere un po’ di zavorra ai miei modesti 102 kg di peso…).

Arrivo a casa e controllo subito come si è comportata la mia nuova applicazione: la apro, dico che ho terminato il mio allenamento e subito mi vengono mostrate le statistiche, che vi faccio vedere qui sotto:

Poco meno di 24 minuti di camminata, 1.81 km percorsi, 133 calorie bruciate ad una velocità di 4.6 km/h…

E fino qui, tutto bene: era quello che mi serviva sapere. Però l’applicazione fornisce molti più dati, alle voci “Grafici” e “Percorso”

Alla voce “Percorso”, come potete immaginare, viene mostrata la mappa esatta del percorso della mia camminata, realizzata associando alle rilevazioni del GPS la mappa dell’ormai onnipotente/onnipresente Google…

Quando poi vado alla voce “Grafici”, ecco la sorpresa: siccome dal GPS viene registrata anche l’altitudine, l’applicazione tiene traccia del dislivello, e quindi salite e discese incontrate lungo il percorso (che, nel mio caso specifico, come si può ben vedere, sono solo salite…).

Non male: nonostante un dislivello di 117 metri lungo un percorso di 1,8 km, e nonostante io sia ancora “over-100-kg”, non mi sono mai fermato… evidentemente  i 130 km che mi sono fatto finora sul tappeto stanno già dando qualche risultat0 😉


Messo al tappeto dal tappeto !

Mi sa che ho esagerato. Dopo 12 giorni consecutivi di allenamento al tapis roulant, alla fine ieri mi si è infiammato un ginocchio ed oggi non riesco neanche a camminare…

Peccato, andavo così bene che mi sembrava di essere come Usain Bolt (che peraltro pesa solo 20 kg meno di me… un’inezia 😉 ).

E’ proprio vero che il tapis roulant è una trappola: un po’ perchè si vuole dimostrare a se stessi di poter correre da subito qualsiasi distanza, un po’ perchè si vuole vedere subito risultati tangibili, alla fine si esagera e poi si è costretti ad uno stop forzato.

E dire che in 12 giorni avevo fatto (tra camminata e corsa leggera) un totale di 76,5 km e 996 minuti (16,6 ore).

Ecco il diario della mia attività podistica degli ultimi 12 giorni:

DAY# MIN KM
1 40 2,58
2 120 8,27
3 102 7,74
4 120 8,85
5 120 9,46
6 60 4,95
7 112 9,43
8 121 10,14
9 31 2,52
10 68 6,00
11 30 2,25
12 72 4,29

Peccato, adesso il tappeto mi guarda sconsolato dall’angolo del salotto, implorandomi di usarlo… ma non posso.

Spero di non accumulare troppo ritardo: i giochi olimpici di Londra 2012 sono vicini, non vorrei farmi trovare impreparato !


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: