Archivi tag: zuppa inglese

Il Paradiso del Buongustaio

Un po’ di tempo fa avevo già segnalato questo ristorante in provincia di Modena, la “Clinica Gastronomica” di Rubiera, ed avevo già elogiato le prelibatezze culinarie che era possibile gustarvi.

Adesso, in occasione di una cena di lavoro, ho voluto fare un passo in avanti e provo a condividere con voi le gioie del palato e le emozioni che una cena “come Dio comanda” possono regalare :-).

Premetto che questa sera ho volutamente abbandonato ogni proposito di dieta, e che ogni tanto una bella mangiata è quello che ci vuole per rinfrancare corpo e spirito !

Allora cominciamo ! Salto il carrello degli antipasti per buttarmi subito su uno dei primi piatti che rappresentano le specialità del ristorante: la “Spugnolata”, ossia una lasagna con funghi spugnola. Alla prima forchettata, nella mia testa sento suonare le campane a festa…

 A seguire decido di buttarmi su un “secondo primo”, ossia su un altro piatto di pasta: stavolta la scelta ricade su un piatto di “Tagliatelle verdi al prosciutto di Parma”. Qui oltre alle campane, sento anche gli angeli cantare in coro 😉

Dopo 2 primi (con piena soddisfazione del palato), adesso è il turno del secondo (che nel mio caso è il terzo…). La specialità della casa è il carrello dei bolliti e degli arrosti, dal quale mi faccio servire un misto di arrosti ed una fetta di cotechino. La carne è accompagnata da: patate saltate, fagioloni con le cotiche, salsa verde con uovo ed un’altra salsina strana a base di uovo che non riesco a definire meglio. Il tutto è davvero notevole…

La cena volge al termine: non possiamo esimerci dal duro compito di assaggiare “qualcosina” dal carrello dei dolci; in particolare provo la zuppa inglese con panna montata, insieme ad una coppia di tortelli fritti: uno con ripieno di cioccolato ed un altro con ripieno di marmellata di arance.

Per finire in bellezza, un caffè amaro (ci tengo troppo alla linea, sapete 😉 ), abbinato a delle scorze di arancia candita, che aggiungono solo un altro migliaio di calorie a quelle ingerite finora (d’altronde, abbiamo fatto 30…e facciamo pure 31, no ?)

Al termine della nostra cena, confermo il giudizio più che positivo su questo ristorante, di cui mi piacciono i sapori, le ricette, gli ingredienti, l’atmosfera e pure il servizio. Non è un posto per mangiare di fretta: abbiamo cominciato alle 20:30 per finire quasi alle 24:00, ma il tempo passa in fretta quando ci si diverte !

Un’ultima considerazione a margine, che con il ristorante non c’entra proprio niente: non riesco a capire come mai, nonostante io abbia perso 34 kg negli ultimi 9 mesi, quando c’è da mangiare come in queste occasioni la capienza del mio stomaco non sia cambiata neanche di una virgola; la quantità sproporzionata di cibo che mangiavo quando pesavo 116 kg è la stessa che mangio adesso che ne peso 82… Mah !

Annunci

La Clinica Gastronomica

Da quando ci sono andato a pranzo la prima volta, un paio di mesi fa, ne sono rimasto assolutamente folgorato e di conseguenza non posso evitare di farne una piccola recensione qui sul mio blog !

Si tratta del ristorante “Clinica Gastronomica Arnaldo“: già solo il nome è tutto un programma… penso si chiami “Clinica” perchè quando si esce dopo aver mangiato da loro, si è guariti da tutti i mali 😉

Qui sotto, una foto dello staff al completo (presa dal loro sito):

Il ristorante si trova a Rubiera, a meno di 15km da Modena. Avendo una delle nostre sedi aziendali proprio a Modena, ultimamente mi capita di andare a pranzo alla Clinica abbastanza spesso… E’ una delle pochissime occasioni in cui mi piace partire da casa mia la mattina e affrontare 200km di strada (solo andata) per andare al lavoro 🙂

Ma veniamo alle cose serie: per l’antipasto, è possibile farsi fare un misto dal carrello che comprende mortadella, prosciutto tagliato al coltello, erbazzone, frittata, carpaccio, funghi e sottoli. Io di solito lo evito per non rubare spazio alle cose più importanti.

Per i primi, consiglio due “MUST”: tagliatelle verdi con ragù di prosciutto di Parma (alla prima forchettata sentirete gli angeli cantare…) e/o la specialità della casa, ossia la “spugnolata” (una specie di lasagnetta pasticciata con un sugo di funghi). Volendo, potete assaggiarle entrambe nello stesso piatto, se lo chiedete alle gentilissime cameriere.

Per secondi vi viene proposto il carrello dei bolliti e degli arrosti: il carrello viene portato al tavolo ed ogni persona può decidere cosa assaggiare; tra le varie possibilità: prosciutto, zampone e cotechino tra i bolliti e vitello o prosciuto al barolo tra gli arrosti (oltre ad altre cose che non ricordo); insieme alla carne vi vengono date alcune salse tradizionali di accompagnamento, oltre a mostarda, patate saltate, purè e/o fagioli con le cotiche per accompagnare il tutto.

Tutto il pranzo DEVE essere rigorosamente accompagnato con vini locali ad esempio il lambrusco grasparossa o il lambrusco di Sorbara, entrambi prodotti nella zona di Modena.

Per finire, anche per i dolci c’è il relativo carrello: affiancheranno al vostro tavolo il carrello con tutti i dolci disponibili e potete scegliere quello che volete; di solito io prendo la zuppa inglese abbinata a della panna montata.

Siccome finora le calorie sono state poche 😉 insieme al caffè vi sarà offerto un piattino con le arance candite, le quali apportano come minimo 1.000 calorie a morso.

Ci sono solo due note dolenti: la prima è il prezzo (che è un pochino alto ma senza dubbio giustificato dalla qualità) e la seconda è il fatto che spesso dopo pranzo mi tocca mettermi in macchina e rifare i 200km per tornare a casa, con relativo ed inevitabile abbiocco !

Per chi volesse farci un giro, ecco il sito ufficiale: Clinica Gastronomica Arnaldo

…E Buon Appetito !!!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: